Navdanya International

  • ALL YOU SEED IS LOVE - Tutto ciò che semini è amore è un libro illustrato per bambini (e non solo) dedicato ai semi, agli alberi che dai semi lentamente esplodono, al potere creativo della natura, e dei nostri pensieri positivi, che dalla natura sono ispirati. Secondo la spiritualità dei pellerossa Lakota la mente, con i suoi pensieri, è una semina del cuore. Tale analogia simbolica con il ciclo naturale, mediata dal linguaggio fumettistico con i suoi balloon, traccia attraverso i disegni il percorso della vita dal seme alla pianta, e di ritorno al seme, in un circolo creativo che permette la riproduzione e il sostentamento di tutti gli esseri viventi, ma che l’uomo, incapace di comprenderne l’essenza, sta irrimediabilmente compromettendo con le sue azioni. Il libro tocca dunque anche il tema della manipolazione genetica dei semi, della perdita di biodiversità, e cerca di rendere i lettori consapevolmente attivi rispetto a queste tematiche. A tale scopo una scheda di approfondimento a fine libro, destinata principalmente a genitori ed educatori, vuole offrire informazione non solo su tali emergenze ambientali, ma soprattutto sulla nascita e lo sviluppo di un movimento mondiale di custodi dei semi –seedsavers- in difesa della vita. Un invito a unirsi all’attività di associazioni come Navdanya e Seed Vicious e della LEF per piantare i semi di un futuro migliore.

    Maggiori informazioni

    Franco Sacchetti: Laureatosi in architettura a Firenze, si specializza a Torino in Habitat e tecnologia dei paesi in via di sviluppo. Si interessa di costruzioni in terra cruda e fa esperienza sul campo in Italia, India, Marocco e Spagna. Nel 2002 collabora con la City Lights Italia all’allestimento della mostra DUNE: il film che non vedrete mai dallo storyboard di Giger e Moebius per l’omonimo flm di Jodorowsky. Con la City Lights Italia pubblica le raccolte poetiche: Quando sono piccolo chi si innamora della mia grandezza? (2001) e Una fine da stronzi (2002). Nel corso degli anni collabora come vignettista con varie riviste tra cui l’Ecologist italiano, Eco - educazione sostenibile e Terra Nuova. Nel 2009 pubblica il romanzo La marcia dei frigoriferi verso il Polo Nord (LEF) fiaba ecologica sul tema del riscaldamento globale, nel 2016 Fratini d’Italia – cronache di resistenza dalle nostre spiagge (Terra Nuova ed.), reportage a fumetti dedicato al Fratino, piccolo trampoliere in pericolo di estinzione che nidifica sulle spiagge del nostro paese, cui fa seguito, in uscita nel 2019 per Round Robin editrice, Dove i rondoni vanno a dormire, romanzo grafico dedicato ai rondoni e agli attivisti che si battono per salvarne le colonie riproduttive.

  • Nel contesto della campagna globale Seed Freedom, molteplici organizzazioni della società civile e di agricoltori, gruppi di custodi di semi, insieme a migliaia di visitatori, hanno preso parte al secondo Olympic Seed Freedom Festival, organizzato da Pelitiin collaborazione con Navdanya International, che si è svolto in Grecia, a Paranesti (Drama), nei giorni 12-14 Aprile 2018.

  • Di Manlio Masucci, Navdanya International - Alt Giornale Partecipato, 15 dicembre 2017 | Fonte

    Per le economie alimentari locali abbiamo bisogno di cibo locale e per il cibo locale abbiamo bisogno di semi locali, semi nelle mani degli agricoltori.

  • Di Vandana Shiva – The Asian Age, 6 dicembre 2017

    I semiswadeshi [1] sono stati selezionati per adattarsi alla siccità, alle inondazioni e al sale.

  • Seeds of Hope, Seeds of Resilience - How Biodiversity and Agroecology offer Solutions to Climate Change by Growing Living Carbon

    The last two centuries of dependence on fossil fuels has created multiple distortions in our view of the world, of our production and consumption systems, of our ideas of efficiency and productivity, of our ideas of technological progress, of the way we produce and distribute our food. This report synthesises more than 3 decades of Navdanya’s work on Biodiversity Conservation and Agroecology as solutions to Climate Change by sowing Seeds of Hope and Seeds of Resilience. Navdanya’s work with communities across India to conserve Biodiversity and practice Agroecology based on Biodiversity intensification shows that not only can we address climate change and rejuvenate the planet, one seed at a time, but also that, in so doing we produce more and better food which could provide enough nourishment for two times the world population.
    Dowload pdf -Also Read: Seeds Of Hope Report

  • Semi del suicidioQuesto libro parla dei costi ecologici ed umani del neoliberismo, del suicidio di decine di migliaia di contadini, ed è la sintesi di più sforzi di ricerca, studi indipendenti, inchieste sindacali, dati ufficiali e fonti giornalistiche, risultato di un impegno della Research Foundation on Science, Technology and Ecology (Rfste), diretta da Vandana Shiva.
    Quattro attori sul palcoscenico: stato, banche, multinazionali e contadini avvolti in una spirale – letale per questi ultimi. Le multinazionali con le loro diramazioni a livello locale, si sono garantite una distribuzione capillare di sementi ibride transgeniche, e tirano le fila del prestito ad usura. L’agricoltura industrializzata diviene una economia della guerra delle multinazionali contro i contadini: l’esistenza di brevetti sulle sementi implica un controllo sociale che solo uno stato di polizia può assicurare, e dove i contadini diventano i criminali.
    Proprio le sementi Ogm stabiliscono un limite – e un crinale di rischio – imposto dal capitale all’intera umanità, non soltanto agli agricoltori che si ritrovano a coltivarle. Con gli Ogm, infatti, la logica implacabile del profitto spezza la riproduzione stessa della vita per consegnarne le chiavi all’industria capitalistica. Ovvero ai suoi successi, ai suoi fallimenti, alle sue crisi finanziarie. Queste sementi non si riproducono con la coltivazione. Bisogna produrle in fabbrica. Un prodotto bioingegneristico sbagliato o un crunch creditizio potranno dunque interrompere in qualsiasi momento il ciclo riproduttivo ormai de-naturalizzato e consegnarci una carestia direttamente proporzionale all’espansione raggiunta dalle coltivazioni Ogm.
    Il suicidio di massa dei contadini indiani anticipa perciò in qualche misura questa corsa al suicidio dell’umanità consegnata mani e piedi al modo di produzione capitalistico e interroga ultimativamente la cultura dell’Occidente. Il suicidio è segno di insuccesso della società: indica il fallimento di un sistema basato sull’egoismo, un modo di produzione della ricchezza che antepone il profitto di pochi al benessere generale.

  • Per fare tutto ci vuole un seme. Il 31 ottobre 2015 a San Gimignano (Siena) ore 17-19, Teatro dei Leggieri.

  • Il 28 e 29 aprile Firenze ospita il Festival dei semi, del Cibo e della Democrazia della Terra.
    Con Vandana Shiva per una nuova economia.

  • Sabato 10 novembre Vandana Shiva sarà presente in due iniziative promosse dalla Fondazione Florens. Presenterà il rapporto globale "La Libertà dei Semi" durante un evento promosso da Navdanya International e Regione Toscana, presso la Biblioteca delle Oblate, Via dell'Oriuolo, 26 a Firenze alle ore 16,30 dal titolo "LA CULTURA DELLA TERRA: CONSERVARE LA BIODIVERSITÀ E I SEMI LOCALI".

Utilizziamo cookie tecnici e di profilazione (anche di terze parti) per migliorare la tua esperienza su questo sito. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie; in alternativa, leggi l'Informativa Estesa e scopri come disabilitarli.